Blog: http://vivi-potenza.ilcannocchiale.it

Via Mazzini come l'emmenthal


 

Via Mazzini è stata riasfaltata di recente ma dopo poco tempo in più punti si è dovuti intervenire per riparare guasti alla rete idrica e per qualche giorno si è avuto un disagio, poi le buche sono state bitumate ma si sa che le riparazioni sull’asfalto sono un punto debole che prima o poi procurano un avvallamento o si riforma la buca.

Ma il problema in via Mazzini riguarda anche il nuovo marciapiedi che si sta rovinando, in qualche caso le basolette si sollevano in prossimità degli attraversamenti stradali in quanto non adatte a sopportare il peso delle auto, in un secondo momento  esse vengono del tutto asportate.

Ultimamente però sono di nuovo le perdite di acqua che richiedono l’intervento dei tecnici per i necessari lavori di riparazione. E’ successo negli ultimi mesi tre volte sul marciapiedi ubicato proprio di fronte all’ingresso della Villa del Prefetto.

Quando si interviene sulla strada poi si provvede a ripristinare la pavimentazione, quando lo scavo lo si esegue sul marciapiedi invece la ditta che opera per conto di Acquedotto Lucano si astiene dal ripristinare secondo la primitiva configurazione il marciapiedi.

Le prime due buche, ripiene di materiale arido, sono in queste condizioni da circa tre mesi, quando piove l’acqua si porta via il materiale di riempimento ed esse  diventano delle trappole, gli esercenti delle attività ubicate lì vicino ci hanno raccontato di persone che hanno subito danni alle caviglie, a metà ottobre è caduta una signora anziana, non riportando, per fortuna gravi conseguenze.

La terza buca è stata fatta per riparare l’ennesima  perdita d’acqua il 23 novembre, giornata di maltempo con scrosci d’acqua a ripetizione che hanno svuotato la buca e riversato sabbia e pietrisco sul marciapiedi e sulla carreggiata, nella mattinata di domenica 24 una pietra è diventata un proiettile quando è stata “calpestata” da un’auto in transito colpendo una vettura in sosta intaccando la carrozzeria. Per fortuna in quel momento non transitava nessun pedone. Essendo domenica nessuno è potuto intervenire per liberare la strada dai detriti.

Chi abita in via Mazzini si chiede perché il Comune non interviene per obbligare Acquedotto Lucano a riparare il marciapiedi, tre mesi sono davvero tanti e non c’è nessuna scusante che giustifichi questi ritardi. Via Mazzini è una delle strade più importanti della città, ha atteso molti anni prima che il marciapiedi venisse completamente ristrutturato ed ora si assiste al suo deterioramento senza che nessuno si preoccupi di intervenire.

Ci hanno segnalato che gli interventi manutentivi sulla conduttura dell’acqua  negli ultimi mesi sono stati numerosi, un signore che ne ha mostrati almeno sette in circa 200 metri, ciò vuol dire che la rete idrica è diventata obsoleta e c’è da aspettarsi nuovi interventi di manutenzione e riparazione, ci auguriamo che i tecnici comunali vorranno vigilare affinchè si ripristini immediatamente la pavimentazione, carreggiata o marciapiedi, e che i lavori siano eseguiti a regola d’arte.

Articolo pubblicato sul settimanale free press del 30 novembre 2013

 

Pubblicato il 30/11/2013 alle 7.2 nella rubrica LE STRADE DI POTENZA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web