.
Annunci online

Vivere la città di Potenza. Proposte, proteste e suggerimenti. La piazza virtuale dei potentini.
SOCIETA'
4 dicembre 2013
Sempre meno sicura via Nazario Sauro


Tanto tuonò che piovve.

In tre post pubblicati su Controsenso e sul blog Vivi Potenza avevo scritto del pericolo che corrono i pedoni in via Nazario Sauro per la mancanza del marciapiedi.

Andate a rileggere cosa scrivevo il 28/11/2010

http://vivi-potenza.ilcannocchiale.it/2010/11/28/nuove_difficolta_in_via_nazari.html

il 23/11/2012

http://vivi-potenza.ilcannocchiale.it/2013/02/16/via_nazario_sauro_una_strada_d.html

il 16/02/2013

http://vivi-potenza.ilcannocchiale.it/2013/02/16/via_nazario_sauro_una_strada_d.html

Se ci scappa il morto qualcuno lo terrà sulla coscienza.

Che si aspetta a costruire 100 metri di marciapiedi fra il Tribunale e il Mobilty Center?



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. via Nazario sauro

permalink | inviato da ViviPotenza il 4/12/2013 alle 17:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
30 novembre 2013
Via Mazzini come l'emmenthal


 

Via Mazzini è stata riasfaltata di recente ma dopo poco tempo in più punti si è dovuti intervenire per riparare guasti alla rete idrica e per qualche giorno si è avuto un disagio, poi le buche sono state bitumate ma si sa che le riparazioni sull’asfalto sono un punto debole che prima o poi procurano un avvallamento o si riforma la buca.

Ma il problema in via Mazzini riguarda anche il nuovo marciapiedi che si sta rovinando, in qualche caso le basolette si sollevano in prossimità degli attraversamenti stradali in quanto non adatte a sopportare il peso delle auto, in un secondo momento  esse vengono del tutto asportate.

Ultimamente però sono di nuovo le perdite di acqua che richiedono l’intervento dei tecnici per i necessari lavori di riparazione. E’ successo negli ultimi mesi tre volte sul marciapiedi ubicato proprio di fronte all’ingresso della Villa del Prefetto.

Quando si interviene sulla strada poi si provvede a ripristinare la pavimentazione, quando lo scavo lo si esegue sul marciapiedi invece la ditta che opera per conto di Acquedotto Lucano si astiene dal ripristinare secondo la primitiva configurazione il marciapiedi.

Le prime due buche, ripiene di materiale arido, sono in queste condizioni da circa tre mesi, quando piove l’acqua si porta via il materiale di riempimento ed esse  diventano delle trappole, gli esercenti delle attività ubicate lì vicino ci hanno raccontato di persone che hanno subito danni alle caviglie, a metà ottobre è caduta una signora anziana, non riportando, per fortuna gravi conseguenze.

La terza buca è stata fatta per riparare l’ennesima  perdita d’acqua il 23 novembre, giornata di maltempo con scrosci d’acqua a ripetizione che hanno svuotato la buca e riversato sabbia e pietrisco sul marciapiedi e sulla carreggiata, nella mattinata di domenica 24 una pietra è diventata un proiettile quando è stata “calpestata” da un’auto in transito colpendo una vettura in sosta intaccando la carrozzeria. Per fortuna in quel momento non transitava nessun pedone. Essendo domenica nessuno è potuto intervenire per liberare la strada dai detriti.

Chi abita in via Mazzini si chiede perché il Comune non interviene per obbligare Acquedotto Lucano a riparare il marciapiedi, tre mesi sono davvero tanti e non c’è nessuna scusante che giustifichi questi ritardi. Via Mazzini è una delle strade più importanti della città, ha atteso molti anni prima che il marciapiedi venisse completamente ristrutturato ed ora si assiste al suo deterioramento senza che nessuno si preoccupi di intervenire.

Ci hanno segnalato che gli interventi manutentivi sulla conduttura dell’acqua  negli ultimi mesi sono stati numerosi, un signore che ne ha mostrati almeno sette in circa 200 metri, ciò vuol dire che la rete idrica è diventata obsoleta e c’è da aspettarsi nuovi interventi di manutenzione e riparazione, ci auguriamo che i tecnici comunali vorranno vigilare affinchè si ripristini immediatamente la pavimentazione, carreggiata o marciapiedi, e che i lavori siano eseguiti a regola d’arte.

Articolo pubblicato sul settimanale free press del 30 novembre 2013

 




permalink | inviato da ViviPotenza il 30/11/2013 alle 7:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
3 novembre 2013
Via Armellini: una strada abbandonata a se stessa
 

Articolo pubblicato su Controsenso il 2/11/2013

In questi giorni l’opinione pubblica potentina ha sentito parlare spesso delle problematiche della città e in particolare del suo Centro Storico.

C’è stata l’assemblea pubblica del Comitato 13 ottobre che in occasione del primo anniversario dalla sua costituzione ha riunito nel teatro Stabile cittadini, associazioni e amministratori per fare il punto della situazione.

Molto interessante anche l’iniziativa di due giovani laureandi che per la loro tesi di laurea presso l’Università IUAV di Venezia hanno organizzato due giornate di incontri per recepire idee per far rifiorire il centro storico, l’iniziativa ha riscosso enorme successo sia di partecipazione che per il livello degli intervenuti.

Insomma il Centro Storico di Potenza è sotto osservazione costante anche per le varie criticità che i cittadini vorrebbero veder risolte.

Una di queste criticità ci viene sollecitata da chi abita, lavora o transita in via Armellini, una strada che qualcuno ha definito “abbandonata al proprio destino”.

Noi di Controsenso già ci occupammo, era il luglio 2011, delle problematiche di via Armellini ma a due anni di distanza non è cambiato niente per cui l’esasperazione di chi in questa strada ci vive o ci deve semplicemente transitare, è tanta, qualcuno oltre ad essere esasperato è pure rassegnato e, ad essere sinceri, non possiamo non essere d’accordo.

Siamo stati di nuovo a verificare se le lamentele della gente trovano giustificazione nella realtà dei fatti e lasciamo ai lettori giudicare.

Via Armellini è diventata nota perché da qui parte una delle scale mobili cittadine che la collega a via Due Torri, la stazione di arrivo è ubicata di fianco al cinema Due torri a meno di 10 metri dalla sede del Comune. In via Armellini c’è pure uno dei due ingressi al più grande parcheggio coperto della città. In pratica via Armellini, una parallela di via Mazzini, è una strada senza uscita che si imbocca all’altezza dell’ex concessionaria FIAT e sbuca, attraverso una gradinata, all’altezza dell’ingresso della Villa del Prefetto su via Mazzini.

Nei circa trecento metri di lunghezza solo il primo tratto è asfaltato decentemente, in pratica fino all’ingresso della scala mobile, da li in poi buche a go go che con la pioggia si trasformano in pozzanghere, la recente campagna di risanamento di molte strade cittadine non ha riguardato quest’arteria.

Via Armellini è sicuramente l’unica strada nel nucleo abitato di Potenza priva di pubblica illuminazione, due soli lampioni posizionati nei pressi della parte terminale della strada, dall’imbocco di via Mazzini e per oltre duecento metri, di sera si cammina alla cieca.

Non esiste un marciapiedi ed entrambi i lati della strada sono utilizzati per parcheggiare le auto. In pratica via Armellini viene “sfruttata” da molte persone che frequentano o lavorano nel centro storico come parcheggio, il Comune ha istituito la sosta oraria ma in pratica nessuno rispetta il limite di un ora normale quindi che gli abitanti del posto si lamentano se non trovano mai parcheggio.

La pulizia della strada avviene in maniera approssimativa e non ci si cura di ripulire le scarpate, particolarmente inquietante constatare che all’imbocco della strada, a confine con il rudere del fabbricato a tutti noto con il nome di “ex concessionaria FIAT”, c’è una mega discarica dove negli anni s’è accumulata una montagna di rifiuti. Una recinzione che circoscrive l’area del fabbricato ex concessionaria FIAT e delimita la scarpata, essa si trova in condizioni precarie e rappresenta un pericolo per i pedoni, anche perché per un tratto la recinzione è stata bruciata, a metà della discesa, prima dell’ingresso al parcheggio della Socomer c’è una scalinata improvvisata immersa nella folta vegetazione che collega un viottolo che termina nella fermata dalla metropolitana delle FAL di rione Mancusi, sia la scalinata che il sentiero sono circondati da cumuli di rifiuti e circondati da folta vegetazione.

Anche questo è Centro Storico, ma di storico c’è solo degrado ed abbandono.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. via armellini

permalink | inviato da ViviPotenza il 3/11/2013 alle 12:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

logo astronik

PUBBLICA UTILITA’ 

 
 

Vuoi segnalare un problema,

una criticità, un disservizio che

 riguarda la città di Potenza?

Non sai a chi rivolgerti?

Non vuoi esporti?

Dillo a ViviPotenza, ViviPotenza

si farà portavoce delle tue

segnalazioni

verso chi è tenuto a risolvere

il problema o a intervenire!

Manda una mail a vivipz@alice.it

o scrivi un commento sul blog di

Vivi-Potenza






S C R I V I C I
vivipz@alice.it

Il  contenuto di questo blog non è
da considerare testata giornalistica
ne un prodotto editoriale così come
indicato dalla Legge 62/2001.

L’aggiornamento avviene senza
alcuna periodicità, le foto sono
di proprietà dell’autore e possono
essere liberamente utilizzate.

La responsabilità per i commenti
sono di chi li inserisce ed in tutti i
casi verranno cancellati i

commenti ritenuti offensivi

per le persone.
Verranno altresì cancellate parole
oscene, bestemmie, o che fanno
riferimento alla pratica sessuale
.


PREVISIONI METEO:

 

 Previsioni Meteo Potenza